FAQ – Domande Frequenti

Faq

Sono obbligato a fare la raccolta differenziata?
Si. La raccolta differenziata è un obbligo di legge e i trasgressori sono soggetti a sanzioni. I vigili ambientali e gli operatori del gestore controllano costantemente il comportamento degli utenti nel conferire i propri rifiuti. Eventuali errori verranno segnalati con apposito adesivo recante la dicitura "RIFIUTO NON CONFORME" e pertanto non verranno ritirati.
Chi raccoglie giornalmente i nostri rifiuti?
I rifiuti vengono raccolti dagli operatori ecologici in comando presso il Comuen, i quali svolgono una funzione essenziale per la salute e l'igiene pubblica. Gli operatori ecologici per operare in sicurezza hanno bisogno della costante e continua collaborazione dei cittadini e del rispetto del ruolo che svolgono
Cosa posso differenziare?
CARTA E CARTONE: Quotidiani, riviste, libri, quaderni, volantini, buste e scatole di alimenti,Sacchetti di carta, tetrapack
;
VETRO E ALLUMINIO: Bottiglie, vasetti, scatolette, lattine di bibite e tutti gli imballaggi recanti i simboli specifici;
PLASTICA: Bottiglie, flaconi di shampoo e bagnoschiuma, detersivi e imballaggi
Cosa non posso differenziare e vanno nella frazione non ulteriormente differenziabile?
Carte accoppiate o sporche di cibo, tovaglioli e fazzoletti, piatti, bicchieri e posate di plastica sporchi; Vetro rotto, lampadine, neon, ceramica, contenitori di sostanze tossiche o infiammabili
Polistirolo, plastiche dure come oggetti d’arredamento, giocattoli, cassette di frutta…
Quali sacchetti devo usare per differenziare?
In questa fase va bene qualsiasi sacchetto purché bio compostabile. Non appena il Comune potrà distribuirli verrete informati
Perché devo usare i sacchetti biocompostabili per la raccolta dell’organico?
Perché insieme all'organico si trasformano in terriccio utilizzato in agricoltura per arricchire i terreni, per questo il loro utilizzo è fondamentale. Altri sacchi in plastica anche se biodegradabili impediscono ai microrganismi di trasformarsi in humus e rimangono nel terreno senza decomporsi.
Quando posso esporre i rifiuti?
Occorre rispettare giorni e orari di conferimento, come indicato nel calendario di raccolta. Qualora negli orari previsti il sacco e/o contenitore non fosse stato raccolto dal servizio, l'utente, ove possibile, dovrà ritirarlo ed esporlo nel successivo passaggio di raccolta secondo quanto previsto dal calendario.
Dove verranno conferiti i rifiuti?
RSU (RAP s.p.a. risorse ambiente Palermo) bellolampo Palermo
PLASTICA (Ecorek srl Impianto CSS Corepla) Campofelice di Roccella
ORGANICO ( SEAP srl Società Europa Appalti Pubblici ) Aragona AG
TUTTE LE ALTRE FRAZIONI (carta, cartone, vetro,rifiuti ingombranti ) Ecogestioni srl Santa Flavia
Possono conferire tutte le lattine in alluminio e acciaio?
Si tutte quelle con i simboli ALU e ACC
I contenitori di plastica vanno sciacquati prima del conferimento?
Si è buona norma.
Quali sono i consorzi con i quali il Comune è convenzionato per la raccolta differenziata?
Si tratta di consorzi nazionali e sono: Conai, Coreve per il vetro. Corepla per la plastica, Comieco per il cartone. L’accordo sottoscritto è quello ANCI-CONAI. Inoltre è sottoscritta anche una convenzione Anci-Conai.
Il Comune paga i consorzi o viceversa?
Il Comune riceve dei contributi in basa alla quantità di differenziato conferito presso le piattaforme convenzionate coi consorzi stessi.
Dove posso ritirare un contenitore/mastello?
Presso l’ICP ufficio Informazione, Comunicazione e Partecipazione in corso Umberto I, 165 in municipio.
A chi spetta la custodia, la pulizia ed il lavaggio dei contenitori?
La custodia, la pulizia ed il lavaggio dei contenitori e la loro esposizione nei giorni ed orari previsti, sono a carico dell'utente.
Come fare per ottenere un nuovo contenitore dopo che e' stato rubato, smarrito e/o rotto?
In caso di furto e/o smarrimento o di rottura dei contenitori, la richiesta di nuova consegna deve essere accompagnata da autocertificazione sostitutiva dell'accaduto PRESSO L’ICP.
Come posso richiedere un carrellato per un condominio con 10 o più unità abitative?
Occorre recarsi agli uffici dei lavori pubblici in piazza Indipendenza.
Come posso smaltire un rifiuto ingombrante?
Richiedendo il servizio al numero telefonico 091.943141, lascerete i vostri dati e verrete richiamati per prendere appuntamento per il ritiro.
Perché devo raccogliere l'olio e conferirlo negli appositi contenitori?
Perché gli olii alimentari esausti dispersi nell'ambiente causano gravi danni alla flora e alla fauna, compromettendo l'ecosistema.perché se smaltiti attraverso la rete fognaria compromettono il funzionamento degli impianti di depurazione. perché il loro recupero permette di ottenere nuovi prodotti come lubrificanti, glicerina, combustibili, ecc...
Come posso smaltire i pannolini e/o pannoloni?
I pannolini ed i pannoloni vanno inseriti nella raccolta non riciclabile della domenica ed in un sacchetto a parte bi compostabile accanto al rifiuto del giorno da calendario ma assolutamente separato.
Quali sono le sanzioni previste per chi non differenzia correttamente?
Per l'errato conferimento dei rifiuti urbani l'ordinanza sindacale n. _______ del ____ del Comune di Bagheria prevede sanzioni a partire da € 300,00 fino ad un massimo di € 3.000, 00
Per il dettaglio delle sanzioni è possibile consultare l'ordinanza richiamata nella sezione normativa di riferimento del presente nel sito. Clicca qui per visitare la sezione norme di riferimento.
Chi abita in una via privata può esporre i rifiuti davanti al proprio ingresso?
No, il conferimento dei rifiuti deve avvenire, ove possibile, in prossimità del numero civico, su strada pubblica o su una via/area anche privata ma soggetta ad uso pubblico, non regolamentata da sbarre o cancelli e sempre transitabile da parte dei mezzi di raccolta.
Come si smaltiscono le pile e le batterie
Presso negozi di materiale elettrico e centri commerciali esistono appositi contenitori per lo smaltimento delle pile scariche. Avendo l'accortezza di gettarli in questi contenitori si rende possibile il recupero dei metalli della pila, perché tornino ad essere utili senza inquinare l'ambiente. Ci sono voluti diversi anni per arrivare a una regolamentazione a livello europeo che normasse lo smaltimento di batterie e pile e poi, finalmente, nel 2008, il Parlamento europeo ha approvato una direttiva volta a garantire l'attuazione in tutta Europa di sistemi per la raccolta di batterie e accumulatori. Se durante l'utilizzo, non sono particolarmente nocive per l'ambiente o la salute umana, quando le pile si esauriscono il loro contenuto in mercurio, piombo e cadmio comporta dei rischi. Inoltre, un dettaglio importante: i metalli di una sola pila inquinano 40 litri di acqua per 50 anni.